Oxygen Bassano Vs Petrarca Basket

69 - 47
Oxygen Bassano: n/a
Petrarca Basket: Baccarin D. 3, Billato A. 9, Bugarella F., Buonaugurio N., De Luca U., Felli E., Lovison R. 6, Morandini G. 2, Obljubech M. 5, Ometto L. 1, Rigoni L. 9, Schiavo A. 12.
All.re: -

Sconfitta salutare?

Sabato 28 ottobre 2017.
Oxygen Bassano / Petrarca Padova

Oxygen Bassano è l’avversario del giorno. Si sa che non sarà una trasferta facile: la scuola di basket di Bassano produce sempre squadre giovanili combattive e ben organizzate, ma non c’è preoccupazione o particolare tensione tra i ragazzi, che hanno anche il tempo per ridere e scherzare in macchina durante la “trasferta”; non sono così lontane Padova e Bassano, ma ci vuole più di un’ora per arrivare su strade sempre piuttosto trafficate.

Un momento di panico all’arrivo in spogliatoio: qualcuno ha dimenticato a casa le scarpe da basket! Per fortuna un compagno più prudente – anche lui con il 44 e 1/2 – ne ha portate due paia: problema risolto e tutti in campo, adeguatamente attrezzati per il riscaldamento!

Tra le fila del Bassano si fa notare subito, già nel pre-partita, un atleta di alta statura – 183? 185 cm? di più? – elegante nei movimenti, con una buona elevazione, un tiro molto morbido e, come se non bastasse, anche mancino! Tra i presenti qualcuno sussurra: «È il più forte 2005 del Triveneto»; tra poco si comincia, vedremo cosa dirà il campo, il basket è un gioco di squadra, neanche LeBron James vince da solo le partite!

Si entra in campo; una giovane donna arbitro – forse dovrei scrivere “arbitra”? – Marina Markovic alza la palla a due, coadiuvata dal secondo arbitro, Alessandro Mercadante; a seguirli e a supporto/formazione al tavolo è presente un coordinatore della federazione arbitri.

Prima palla catturata dal Petrarca che comincia ad attaccare in maniera decisa; la partita sembra poter prendere da subito una piega favorevole per ragazzi in completo nero, ma è una illusione che dura due minuti: entra in campo il numero 1 dell’Oxygen – numero di maglia non casuale – che da subito impone la sua legge: movimenti fluidi spalle a canestro, rapida virata dopo la ricezione, con buona elevazione appoggio morbido al tabellone, praticamente sempre 2 punti. Massimo Cavalli prova varie soluzioni di difensori per limitare Alberto Pellizzari – giovane talento del Bassano, che normalmente gioca con i più “vecchi” dell’Under 14 Gold, ma che non ha voluto far mancare il proprio apporto agli Under 13 Gold contro il Petrarca –, purtroppo con scarso successo: la mano del tiratore è sempre 20 cm più in alto, e la reattività di gambe è più da pallavolista che da giocatore di basket. Una quindicina di punti in rapida successione e il risultato del primo quarto ci vede sotto di 11 punti.

Nel secondo quarto il Bassano continua ad affidarsi al suo N° 1, senza dimenticarsi però di difendere forte, aggressivi, “forse pure troppo” si lamentano i ragazzi del Petrarca, che sotto canestro spesso si trovano a fare da farcitura a “sandwich” tra due difensori… ma si può parafrasare una famosa frase del grande Boskov in ambito calcistico e dire “Fallo è quando arbitro fischia”.

Ruotano gli uomini in campo per Massimo Cavalli, che chiama time-out per ricaricarli; cerca di stimolare una reazione anche Alessandro Carraro, in concertazioni individuali, prima di ributtare nella mischia i singoli atleti, almeno per avere una difesa intensa: questa in una squadra non deve mancare mai!

Ma la squadra non si sblocca: invece di ritrovare il gioco corale per liberare i compagni con buoni tiri, come ben impostato e realizzato nei duri allenamenti e come visto in certi momenti nella partita con il Padova Sud, sono i singoli che “menano la danza”, con risultati scarsi e percentuali al tiro insufficienti: invece di fare girare la palla si vedono azioni prolungate con molti palleggi, seguiti da attacchi verso la difesa schierata dell’Oxygen, che non molla mai e disturba in modo corale ed energico ogni tiro, con il loro n°1 ben piazzato in centro all’area a baluardo finale del canestro bassanese nel caso di incursioni dei ragazzi del Petrarca.

Si arriva alla metà tempo sotto sempre di 11 punti, il quarto ha registrato 14 punti segnati per entrambe le squadre; i ragazzi vanno in spogliatoio sapendo che Massimo ha parecchie cose da dirgli, un po’ sgomenti anche gli sguardi tra i genitori: di certo questo Bassano è una buona squadra, ma dove sono i nostri ragazzi? Di sicuro rientreranno in campo ricaricati, concentrati, per giocarsi la partita fino in fondo!

E invece no: qualche singolo segnale si vede, ma il coro non intona la nota giusta e i solisti imbroccano poco la retina. Ennesimo show del N° 1 che, quando serve, va sempre a canestro da sotto, mentre dalla media e lunga distanza ha, per fortuna, le polveri bagnate.

Da sottolineare la correttezza dei difensori del Petrarca, che hanno sempre accettato la sfida con gli avversari e con il loro leader con marcature sempre corrette, senza spinte da dietro e “tirate di maglie” o azioni di forza, nel pieno rispetto della sportività e delle regole del gioco. Penso che per questi giovani ragazzi in campo la tentazione di cercare di limitare l’azione di chi si ha davanti con tutti i mezzi ci possa essere stata, ma non si può non apprezzare il lavoro di base impostato dalla società e dagli allenatori petrarchini: il rispetto per l’avversario è fondamentale, una tirata di maglia, un ponte su un salto, o – peggio – una spinta da dietro possono provocare infortuni anche gravi ai compagni di gioco, qualunque sia il colore della maglia. Ho visto la prima del campionato NBA con Boston contrapposta a Cleveland e mi sono rimasti impressi gli sguardi attoniti e disperati di compagni e avversari per la situazione di Gordon Hayward, che per un “ponte”, peraltro assolutamente involontario, nel ricadere a terra si è gravemente infortunato, frattura di tibia e perone e della caviglia, il rispetto e il dispiacere per l’infortunio del compagno è palpabile: chi ama questo sport fa parte di una grande, unica squadra. Pugno sul cuore: respect!

Il terzo tempo finisce con Bassano che vede il suo vantaggio aumentare di ulteriori 5 punti; il divario non è basso, ma chi conosce i ragazzi in divisa nera e le loro qualità sa che potrebbero in un guizzo di pochi minuti, nel quarto tempo, ritornare vicini nel punteggio e magari ancora giocarsela la partita, ma non accade: anzi, lo scoramento si fa sentire, ancora azioni individuali, sempre meno difesa, anche le seconde linee del Bassano entrano a fare bella figura e a segnare i punti che portano al risultato finale a favore dell’Oxygen per 69 a 47.
Per Alberto Pellizzari a referto 45 punti! (Punto più punto meno, in quanto la copia del referto che mi è pervenuta è poco leggibile. Mi scuso anche per eventuali errori nello score.)

Qualcuno sulle tribune commenta e dice “sconfitta salutare”: in effetti, se si ha la capacità di far tesoro dei propri errori, risulterà evidente a tutti i ragazzi del Petrarca che le partite si vincono con il giusto equilibrio, tra iniziative individuali e gioco di squadra, e che la strada indicata dagli allenatori è quella non solo giusta, ma inevitabile, se si vuole vincere partite importanti!

Le statistiche fotografano la giornata no: 18/76 nel tiro da 2, nessun tiro da 3 tentato, 11/29 nei tiri liberi, 10 palle recuperate a fronte di 18 perse. Solo due giocatori in doppia cifra: Andrea Schiavo con 12 punti realizzati e Massimiliano Obljubech con 12, non punti, ma rimbalzi catturati!

Ecco i presenti e i punti segnati dai singoli:
Davide Baccarin 3, Andrea Billato 9, Flavio Bugarella, Nathan Buonaugurio, Umberto De Luca, Emiliano Felli, Riccardo Lovison 6, Gianluca Morandini 2, Massimiliano Obljubech 5, Leonardo Ometto 1, Luca Rigoni 9, Andrea Schiavo 12.



di OBJ!



Petrarca Basket

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Baccarin D. 3 - - - - - - - - - - - - - - -
Billato A. 9 - - - - - - - - - - - - - - -
Bugarella F. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Buonaugurio N. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
De Luca U. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Felli E. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Lovison R. 6 - - - - - - - - - - - - - - -
Morandini G. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Obljubech M. 5 - - - - - - - - - - - - - - -
Ometto L. 1 - - - - - - - - - - - - - - -
Rigoni L. 9 - - - - - - - - - - - - - - -
Schiavo A. 12 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  47 - - - - - - - - - - - - - - -



U13 Elite2017/2018
Girone Gold Ovest

Area ad accesso limitato

A.D. Pallacanestro Petrarca Padova powered by playBASKET.it » Servizio Siti Internet per Società di Basket