Vigodarzere Vs Petrarca Basket

88 - 53
(25-22, 50-29, 72-47, 88-53)
Vigodarzere: n/a
Petrarca Basket: Baccarin D. 1, Billato A., Bugarella F., Buonaugurio N. 8, Cescutti A. 6, Felli E. 2, Lovison R. 11, Morandini G. 10, Obljubech M. 2, Ometto L., Rigoni L. 6, Schiavo A. 7.
All.re: Cavalli.

Pronti per il girone di ritorno

PalaCertosa di Vigodarzere, Sabato 3 febbraio 2018, ore18.00.

Vigodarzere VS Petrarca Basket

Sabato 3 febbraio si consuma l’ultimo atto del girone di andata: il Petrarca va a Vigodarzere a giocare contro gli imbattuti leader dell’under 13 Veneto girone ovest.

È sempre un piacere andare a Vigodarzere: arrivando sulla sinistra in centro al paese c‘è una pasticceria spettacolare – sosta obbligatoria per i genitori – con pastine e brioche, frittelle e galani in questa stagione, immancabile il caffè se si gioca la mattina, ma questo appuntamento è serale e quindi arrivando si salta la sosta e il caffè si beve di capsula allo spaccio del PalaCertosa.

Alle 16,30 / 16,45, alla spicciolata, arrivano tutti; la palestra è occupata da una partita under 16 che vede vincitore il Vigodarzere, scambio di sguardi soddisfatti alla fine della partita tra genitori uscenti e genitori dell’under 13, che ha tutte le intenzioni di bissare il successo.

Parte il riscaldamento: da ambedue le parti le mani sembrano già calde, sotto canestro coach De Nicolao smista palloni ai suoi ragazzi in completo bianco, impegnati in articolati esercizi di confidenza col pallone.

Ben caldi per la reazione fisica, grazie agli esercizi dettati da Alessandro Carraro, anche i ragazzi in total black del Petrarca cominciano ad inanellare canestri su canestri.

Due squadre evolute che già sentono la gara, sentono gli occhi del pubblico e degli avversari.

Anche il riscaldamento è un momento importante della partita: si mostrano i muscoli, la morbidezza del tocco delle dita al tiro, si confrontano le altezze.

Già, le altezze: alla palla contesa ogni testa dei giocatori del Vigo supera nel confronto diretto quella del ragazzo a fianco. Sarà dura a rimbalzo!

Arbitro dell’incontro da Castelfranco il signor Filippo Bertoncello, purtroppo assente perché influenzato il secondo designato della coppia arbitrale. A lei auguri di pronta guarigione, quest’anno l’influenza ha fatto e continua a fare strage!

Si parte: subito sette a zero per il Vigodarzere, la difesa del Petrarca viene sorpresa dagli schemi di attacco dei padroni di casa: blocco, taglio, ancora blocco cieco un uomo libero – il numero 15? – subito un canestro facile, frutto di un lavoro di squadra che lavora per creare vantaggio ai propri attaccanti.

Nota: il 15 del Vigodarzere è Rodighiero, che a fine partita porta come bottino alla sua squadra 38 punti, quasi metà dei punti complessivi segnati da tutta la squadra!

Timeout di Massimo Cavalli, tutto bene, nessun problema, si serrano le fila, pressing a tutto campo, più reattivi sotto canestro, con aiuti e cambi di marcatura più precisi.

Soffre il Vigodarzere, messo sotto pressione dalla ben organizzata difesa del Petrarca, che rimonta e si riporta in parità, con azioni di buona qualità cestistica.

Bellissima l’azione (che ho rivisto il giorno dopo grazie alla ripresa fatta con un telefonino): su canestro subìto, in soli sei secondi (li ho cronometrati!): rimessa dal fondo, un solo palleggio, due passaggi e terzo tempo vincente. I Petrarchini dimostrano che sanno come battere la 1-3-1 a tutto campo impostata dagli avversari, secondo me la più bella – e difficile – difesa da eseguire sul parquet: come dimenticare i temibili pressing organizzati da Dan Peterson a tutto campo dall’Olimpia degli anni ’80!

Fine del primo quarto: 25 squadra di casa, 22 ospiti. Giocate di pregio da ambedue le parti, questi ragazzi ci hanno regalato un bello spettacolo di basket giovanile.

Purtroppo il lavoro fatto in difesa dagli atleti patavini, e i fischi dell’arbitro, hanno lasciato il loro segno: praticamente tutti i giocatori scesi in campo hanno già due – e spesso tre – falli a carico e, pur gestiti con lunghe soste in panchina dal coach Cavalli, non riusciranno più ad avere la serenità mentale per dare il massimo in campo, soprattutto in difesa. Non cala l’intensità dell’attacco del Vigodarzere, intatto nel suo organico; si crea anzi in breve quel “tesoretto” di venti punti di vantaggio che permette di giocare con serenità, senza il peso del canestro del sorpasso; tutti i ragazzi in bianco entrano in campo decisi e concentrati ed i canestri di casa accolgono volentieri la sfera arancione lanciata verso il cerchio dai vigodarzeresi, che fanno onore anche in difesa al nome della loro città.

Nel terzo tempo il Petrarca non si lascia spaventare dal “villaggio fortificato” dell’area avversaria e ritorna ad attaccare più intensamente; ormai almeno tre compagni sono già usciti per falli, ed un quarto – senza scarpa destra, seduto per terra – guarda la partita accorato perché azzoppato dalla tallonite.

Torna fuori allora lo spirito di squadra che già altre volte ha fatto superare al Petrarca le difficoltà di qualche partita, lo spirito guerriero (ogni riferimento allo sponsor della prima squadra non è casuale): si attacca decisi, ora c‘è qualche fallo in più fischiato anche al Vigodarzere, si combatte alla pari, o quasi… il parziale del terzo quarto recita 22 Vigo, 18 Petrarca.

L’ultimo tempo è ormai ordinaria amministrazione per il Vigodarzere, rallenta l’intensità il gioco del Petrarca: non c‘è spazio per nessuna “remontada”. “Mamma, butta la pasta” direbbe Dan Peterson (ancora lui); chiama invece time-out coach De Nicolao, a poco più di un minuto dalla fine: la ricerca della perfezione non prevede pasta al dente! Nessun problema di spaghetti scotti però: i padroni di casa hanno organizzato un piccolo rinfresco per atleti e famiglie, l’aperitivo del sabato sera riunisce tutti, bravi tutti, viva il basket!

Petrarca pronto per il girone di ritorno!

I tabellini: Riccardo Lovison 11, Gianluca Morandini 10, Nathan Buonaugurio 8, Andrea Schiavo 7, Luca Rigoni 6, Alessandro Cescutti 6, Emiliano Felli. 2, Massimiliano Obljubech 2, Davide Baccarin 1, Andrea Billato, Flavio Bugarella, Leonardo Ometto.

Lo scout registra un aumento – rispetto al solito – dei tentativi di tiro da tre (3/15 realizzati); usciti per 5 falli Lovison, Obljubech e Rigoni. Infortunato Schiavo.



di OBJ!



Petrarca Basket

Giocatore Percentuali al tiro Rimbalzi Falli Altre Stat
Pts TL 2 pts 3 pts DfOf FfFs PrPpAsStMn
Baccarin D. 1 - - - - - - - - - - - - - - -
Billato A. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Bugarella F. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Buonaugurio N. 8 - - - - - - - - - - - - - - -
Cescutti A. 6 - - - - - - - - - - - - - - -
Felli E. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Lovison R. 11 - - - - - - - - - - - - - - -
Morandini G. 10 - - - - - - - - - - - - - - -
Obljubech M. 2 - - - - - - - - - - - - - - -
Ometto L. 0 - - - - - - - - - - - - - - -
Rigoni L. 6 - - - - - - - - - - - - - - -
Schiavo A. 7 - - - - - - - - - - - - - - -
Totale  53 - - - - - - - - - - - - - - -



U13 Elite2017/2018
Gold Gir. Ovest

Area ad accesso limitato

A.D. Pallacanestro Petrarca Padova powered by playBASKET.it » Servizio Siti Internet per Società di Basket